D.lgs 106/2018 e PERFORMANCE. La nuova Legge STANCA per i siti web e non solo…

La legge 4/2004, nota come STANCA, anteriore al CAD, ha fatto che l'ITALIA divenisse un punto di riferimento nell'ambito del diritto all'informazione accessibile a persone con disabilità e che i dipendenti delle PP.AA con le stesse problematiche potessero  essere agevolate nelle operazioni lavorative. L'accessibilità non è concetto a se stante individuato solo nella legge stanca ( e poi nella modifica contenuta nel D.lgs 106/18) ma è diventata elemento caratterizzante diverse decisioni legislative. Una figura fondamentale per l'attuazione del diritto all'accessibilità è il RTD, infatti all'articolo 17 comma 1 lett d del CAD troviamo…continue reading →

E se fossimo noi i Responsabili GDPR ? Un caso concreto.

Il responsabile del trattamento ( che come è stato ulteriormente chiarito dal D.Lgs 101/18 è diverso dal responsabile "interno" del codice d.lgs 196/03, tanto che l'articolo 27 ne abroga il contenuto ) è una sorta di terzista del trattamento . Negli enti locali ( invero in tutte le strutture complesse ), diamo per scontato di essere  sempre i nominanti verso terzi di una lettera ex art 28 GDPR. In realtà puo capitare di essere nominati , perchè per conto di altra PA trattiamo i  dati, ad esempio in forza di un accordo ex…continue reading →

Sollecito ministeriale nomina RTD

Riporto la circolare odierna per la nomia del RTD ex articolo 17 d.lgs 82/05, appresso prima del testo integrale della cricolare inserisco i link sull'argomento, giuso per il piacere di dire " te l'avevo detto!!!!" Qualche anticipazione per i RTD sul D.Lgs 217/17 il NUOVO CAD http://www.ca-campania.com/ca40/il-cad-le-novita-parte-ii/ http://www.ca-campania.com/ca40/a-cosa-serve-il-responsabiel-alla-trasnsizione-digitale-ad-evitare-sanzioni/ Circolare n. 3 del 1 ottobre 2018 Alle Amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 LORO SEDI Oggetto: Responsabile per la transizione digitale - art. 17 decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 “Codice dell’amministrazione digitale”…continue reading →

DISCORSI ATTORNO AL CODICE DELL’AMMINISTRAZIONE DIGITALE, L’INUTILITA DI FIRMARE CON STAMPIGLIATURA D.LGS 39/93

Iniziamo da oggi a trattare in modo approfondito il CAD ( dall'origine al 179/16). Parleremo del CAD di tutti i giorni, la creazione del documento, la copia informatica, la copia dall'analogico , le notifiche e le comunicazioni. Iniziamo con le basi, ed analizziamo una pessima abitudine che ancora esiste in molte PP.AA. nostrane. Esiste una forte confusione tra documento massivo analogico, stampato per intenderci, e documento informatico, In particolare girando sui siti web istituzionali ancora si vedono documento sigillati con la dicitura " firma  autografa omessa ai sensi dell'articolo 3 del D.Lgs 39/93."…continue reading →

I tipi di accesso alle informazini della PP.AA.

E' ormai chiara la mia lettura e la mia visione sulle normative ( Italiana, Europea, Leggi primarie, secondarie, terziarie e blà blà blà ). Per corroborare il mio pensiero riporto il quarto considernado GDPR   Il trattamento dei dati personali dovrebbe essere al servizio dell'uomo. Il diritto alla protezione dei dati di carattere personale non è una prerogativa assoluta, ma va considerato alla luce della sua funzione sociale e va contemperato con altri diritti fondamentali, in ossequio al principio di proporzionalità. Il presente regolamento rispetta tutti i diritti fondamentali e osserva le libertà…continue reading →

Ancora sul D.lgs 101/18, corretto trattamento dei dati ed antiriciclaggio , anche per le PP.AA.

In forza di una mia lettura molto personale ( bah !!) sul GDPR mi fa piacere che il D.Lgs 101/18 avvalora la mia interpretazione ( la mia lettura...), ci sono diritti fondamentali superiori al corretto trattamento dei dati ( come chiaro anche nel  quarto considerando GDPR) , si veda l'articolo 2 octies del D.lgs 101. Una cosa fondamentale che ci tengo a sottolineare è che la norma antiriciclaggio si applica anche alle Pubbliche Amministrazioni, invito a leggere questi articoli : http://www.ca-campania.com/ca40/procedura-antiriciclaggio-da-adottare-anche-nelle-ppaa/ http://www.ca-campania.com/ca40/differenze-tra-esenzione-ed-esclusione-delliva-come-incidono-le-voci-sulle-gare-di-appalto-e-sullantiriciclaggio-nelle-pa/ http://www.ca-campania.com/ca40/antiriciclaggio-nella-pubblica-amministrazione-il-dlgs-23107-ed-il-dm-250915/ TRATTAMENTO DEI DATI ed altri DIRITTI Trattamento dei dati Vs…continue reading →

ABUSO DEL CONSENSO E PROBLEMATICHE.

Provo a fare un'analisi sull'abuso del consenso, analisi forse grottesca, certamente semi-seria . Ancora c'è in giro un abuso di richieste di consenso, abuso che in parte capisco pur non condividendo, è un modo semplice per dire " lavoro bene, seriamente, in maniera LECITA". In realtà nel porcesso bifasico della liceità del trattamento il consenso è solo uno degli elementi caratterizzanti, per semplicità riporto il sesto articolo del Reg. 1.   Il trattamento è lecito solo se e nella misura in cui ricorre almeno una delle seguenti condizioni:a)l'interessato ha espresso il consenso al trattamento dei…continue reading →
D.Lgs 101/18, armonizzazione GDPR

D.Lgs 101/18, armonizzazione GDPR

Sarò antipatico come sempre ma mi piace ricordare che il decreto , come anche il regolamento, non è intitolato alla PRIVACY ma al corretto trattamento dei dati. Dal 19 Settembre, San Gennaro, compleanno di mammá e del defunto nonno Vincenzo entrerà in vigore il decreto di armonizzazione della norma italiana con il GDPR, le anticipazioni date dai SOLONI sono state tutte disattese. Le novità allontanano ulteriormente le modalità operative dal nostro vecchio codice salvandone però alcuni pilastri fondamentali. Cosa dire, lascaitemi il tempo di apprendere la pubblicazione e sentiamoci presto. Nell'ottica di armonizzazione…continue reading →
D.lgs 39/14, certificati casellario.

D.lgs 39/14, certificati casellario.

Visto il periodo dell'anno, ricordo dell'obbligo per le PA ( e non solo ) di richiedere il certificato penale per tutti i soggetti che lavorano a contatto con i minori, copio appresso un vecchio post. Giusto per intenderci, chi ha ben attuato la legge 190/12 ( quella volgarmente identificata come anticorruzione) ha già da settembre scorso attuato una serie di procedure per “evitare l’accadimento di un illecito mappato nel procedsso di risk assessment”, stesso vale per chi applica il D.Lgs 231/01, ma in chiusura di articolo torneremo ad analizzare la più grossa novità…continue reading →

Socrate disse ” tanto tuonò che piovve” , aggiornamenti sul GDPR

Lo scorso 8 Agosto, il CDM ha approvato la norma che ha dato nuova vita al Codice sul Corretto trattamento dei dati ( il 196 / 03 per intenderci ). Già in epoca non sospetta ( il 21 Marzo ) sostenevo che la notizia dell'abrogazione del Codice era del tutto infondata ( fu un'uscita triste della Presidenza gentiloni ), tanto è vero che fu postata la mia osservazione . Nell'attesa della lettura della norma novellata ( non ancora in GU) vi anticipo qualche rumors, da leggere come si leggono le notizie in estate…continue reading →