Visto il periodo e la coronaca più recente anche il termine “madre” assume un’accezione nefasta, comunque è importante ricordare che il 4 Aprile, in GURI n. 79 sono state le pubblicate le MMS per le PA, primo passo verso il NUOVO REGOLAMENTO PRIVACY che entrerà in vigore a Maggio 2018.

La circolare 1/2017 AGID è composta da 5 articoli che riporto dopo in chiusura.
E’ evidente che molte PP.AA. dovranno cambiare il modo di gestire l’informatica pubblica, considerarla una funzione strategico – politica e non un’opera d’investimento.

Basti pensare che gli ultimi interventi per adeguarsi alla dematerializzazione sono stati affrontati come “investimenti” e non come orgaizzazione aziendale, tralasciando del tutto le indicazione contenute nell’articolo 68 del D.Lgs 82/05 e nell’articolo 71 del D.lgs 179/16 aprendo scenari di facile applicazione del danno erariale.

La scadenza dell’adempimento è per il 31/12/2017, ma credetemi, c’è poco tempo.

 

AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE

CIRCOLARE 17 marzo 2017, n. 1/2017

Misure minime di sicurezza  ICT  per  le  pubbliche  amministrazioni. (Direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri 1° agosto 2015). (17A02399)  

(GU n.79 del 4-4-2017)

 Vigente al: 4-4-2017  

    Premessa.    Il decreto-legge del 22 giugno 2012, n. 83, all'art. 20,  comma  3, lettera b) identifica nell'Agenzia per l'Italia digitale  l'organismo che «detta indirizzi, regole tecniche e linee  guida  in  materia  di sicurezza informatica».    La direttiva del 1° agosto 2015 del Presidente  del  Consiglio  dei ministri impone  l'adozione  di  standard  minimi  di  prevenzione  e reazione ad eventi cibernetici. Al fine di agevolare  tale  processo, individua nell'Agenzia per l'Italia digitale l'organismo  che  dovra' rendere prontamente disponibili  gli  indicatori  degli  standard  di riferimento, in linea con quelli posseduti dai maggiori  partner  del nostro Paese e dalle organizzazioni internazionali di cui l'Italia e' parte.                                 Art. 1                                    S c o p o      Obiettivo della  presente  circolare  e'  indicare  alle  pubbliche amministrazioni le misure minime per la  sicurezza  ICT  che  debbono essere adottare al fine di  contrastare  le  minacce  piu'  comuni  e frequenti cui sono soggetti i loro sistemi informativi.    Le  misure  minime  di  cui  al  comma  precedente  sono  contenute nell'allegato 1, che  costituisce  parte  integrante  della  presente circolare.  
                               Art. 2                          Amministrazioni destinatarie      Destinatarie   della   presente   circolare   sono   le   pubbliche amministrazioni di cui all'art. 1, comma 2, del  decreto  legislativo 30 marzo 2001, n. 165.  
                               Art. 3                         Attuazione delle misure minime      Il responsabile dei sistemi informativi  di  cui  all'art.  10  del decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39, ovvero, in sua  assenza, il dirigente  allo  scopo  designato,  ha  la  responsabilita'  della attuazione delle misure minime di cui all'art. 1.  
                               Art. 4                     Modulo di implementazione delle MMS-PA      Le  modalita'  con  cui  ciascuna  misura  e'  implementata  presso l'amministrazione debbono essere sinteticamente riportate nel  modulo di implementazione di cui all'allegato 2, anch'esso parte  integrante della presente circolare.    Il modulo di implementazione deve essere firmato  digitalmente  con marcatura temporale dal soggetto di cui all'art. 3 e dal responsabile legale della struttura.  Dopo  la  sottoscrizione  esso  deve  essere conservato e, in caso di incidente informatico, trasmesso al  CERT-PA insieme con la segnalazione dell'incidente stesso.  
                               Art. 5                               Tempi di attuazione      Entro il 31 dicembre 2017 le amministrazioni dovranno  attuare  gli adempimenti di cui agli articoli precedenti.      Roma, 17 marzo 2017                                                Il presidente: Samaritani  

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Comment