Perchè scelgono noi per il GDPR ?

Perchè riusciamo a dare una visione completa dei problemi e delle soluzioni. Perche facciamo questo dal 2003, perchè abbiamo sempre seguito per tutti gli adempimenti, vedi il DR-CO, Il SANS 20. Perchè per il 24 MAggio faremo quanto necessario ( e solo quello ) e null'altro. Perchè già abbiamo preparato i nostri clienti allo scenario più probabile ( dematerializzazione degli acquisi , art 40 del D.Lgs 50/16) ed al nuovo piano sulla continuità ( articolo 58 del D.lgs 82/05). Perchè pur se vero che il GDPR spinge a fare adempimenti ulteriori, siamo consapevoli…continue reading →

In arrivo l’armonizzazione del D.Lgs 196/03

  Come più volte sottolineato, la notizia dell'abrogazione del 196/03 si è dimostrata infondata, anche perchè la delega era appunto finalizzata ad armonizzare e non a cassare la norma ( ben scritta ). Tanto tuonò che piovve potrebbe essere il titolo di questo post. Certamente il novellato ( che non sappiamo quando entrerà in vigore, ma è questione di giorni) non è dei migliori, ma con molto piacere noto che accoglie degli spunti fondamnetali per il trattamento dei dati, in particolare il D.Lgs 42/2004, fondamentale per la gestione dei dati nelle PA.continue reading →

Piccolo vademecum per il GDPR

la norma non è intitolata alla privacy la norma non è intitolata alla privacy la norma non è intitolata alla privacy se non conoscete l'organizzazione aziendale, la L. 241/90, il TUDA, il CAD , il 165/01, il 42/04,  le norme e le tecniche archivistiche, la circolare 2/2017 AGID, non fate guai, non improvvisatevi consulenti PRIVACY la norma non è intitolata alla privacy se mettevate la dat certa al DPSS , lasciate stare se avete condiviso su facebook la policy privacy data dalla guardia di finanza lasciate stare la norma non è intitolata alla…continue reading →

Controlli semplificati Delibera 206/2018 ANAC, documento informatico DGUE

Propongo un breve post per i controlli derivanti dalla delibera 206/2018 ANAC, aggiornamento LLGG 4. Il paragrafo n. 4. L’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore  a 40.000,00 euro introduce modalità diversificate di verifica dei requisiti dell’aggiudicatario. Da notare come ANAC preveda che le stazioni appaltanti si dotino di un Regolamento per disciplinare i controlli a campione sulle autodichiarazioni rese dagli operatori economici ai fini  dell’affidamento diretto da effettuarsi in ciascun anno solare in relazione agli affidamenti diretti operati. I controlli sono divisi in tre gradi di compelssità in…continue reading →

Bollettino CERT-PA

Il CERT-PA ha pubblicato una nota per allertare sugli effetti dannosi della campagna di diffusione malware attraverso il dominio documenticertificati[.]com. Nella giornata del 13 marzo 2018 si è diffusa una attività malevola di propagazione malware attraverso il dominio “documenticertificati[.]com”, che appare come un sito sicuro identificato da un certificato di sicurezza e con i loghi di AgID e SPID. ATTENZIONE! Il dominio in oggetto è estraneo alle attività di AgID e/o del circuito SPID. L’Agenzia per l’Italia Digitale ha pubblicato – di seguito e attraverso il CERT-PA – delle indicazioni per riconoscere l’attività…continue reading →

Quaderno GDPR -PARTE 3- I DIRITTI DELL’INTERESSATO

L'interessato ha diversi poteri sul controllo dei dati che lo riguardano, e solo grazie a questi diritti " può liberamente proettare la sua identità attarverso le informazioni" come detto da S.Rodotà. L'interessato deve essere reso edotto riguardo i suoi diritti attraverso una nota alla trasparenza, od informativa . Tuttavia quando i dati vengono trattati per adempiere ad obblighi di legge l'interessato può essere "passivo" di trattamento senza conoscere l'esistenza di procedure che lo riguardano. Per contro, non è necessario imporre l'obbligo di fornire l'informazione se l'interessato dispone già dell'informazione, se la registrazione o…continue reading →

Accessibilità, scadenza 31/03/2018

Rimando l’adempimento a farsi, si ricorda che la scadenza è ordinatoria e non perentoria. Si ripresenta la scadenza contenuta nell’articolo 9 comma 7 del DL 179/12 “. Entro il 31 marzo di ogni anno, le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, pubblicano nel proprio sito web, gli obiettivi di accessibilita’ per l’anno corrente ((e lo stato di attuazione del “piano per l’utilizzo del telelavoro” nella propria organizzazione, in cui identificano le modalita’ di realizzazione e le eventuali attivita’ per cui non e’ possibile…continue reading →

Quaderno GDPR -PARTE 2- IL CONSENSO

Iniziamo con una domanda , " il consenso ha un ruolo centrale ? ", se non volete leggere tutto il post la risposta immediata è  NO!!!. ll trattamento dei dati personali dovrebbe essere al servizio dell'uomo. Il diritto alla protezione dei dati di carattere personale non è una prerogativa assoluta, ma va considerato alla luce della sua funzione sociale e va contemperato con altri diritti fondamentali, in ossequio al principio di proporzionalità. Il presente regolamento rispetta tutti i diritti fondamentali e osserva le libertà e i principi riconosciuti dalla Carta, sanciti dai trattati,…continue reading →

Le nuove LL.GG. 4 ” PROCEDURE PER L’AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI PUBBLICI DI IMPORTO INFERIORE ALLE SOGLIE DI RILEVANZA…

In questo breve post ci limiteremo a trattare degli affidamenti inferiori ad € 40.000, anche perchè proprio in questa fascia di prezzo troeveremo le novità piiù rilevanti . Sorvolando le ormai più o meno abitudini consolidate, ad esempio la determinazione degli importi ex articolo 35 del Codice, i requisiti CAM dell'articolo 34 e la norma sui conflitti ex articolo 42 , ci soffermeremo sull'annosa questione degli inviti e defli affidamenti, che ad oggi sembrerebbe trovare una risoluzione nella motivazione forte finalizzata ad attuare il principio della concorrenza nell'accezione più amplia, a tal proproposito…continue reading →

Controlli Agente delle Riscossioni, dal 1 Marzo il limite scende ad euro 5000.

L’articolo 1 comma  986 della L. 205/17  dimezza il limite dal quale iniziare interrogare la’gente delle riscossioni prima di pagare un proprio fornitore ( 48 bis DRP 602/73- DM 40/08), quindi a partire dal primo Marzo occorre fare l’interrogazione con la procedura Controllo Inadempienze di Consip ( acquistinretepa.it) a partire da € 5000 . All'articolo 48-bis, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, la parola: « diecimila » e' sostituita dalla seguente: « cinquemila »continue reading →