Appresso il comunicato ANAC

 

Segnalazioni  di illeciti presentate dal dipendente pubblico (c.d. Whistleblower)

L’Autorità comunica che a partire dall’  8 febbraio 2018 sarà operativa l’applicazione informatica Whistleblower per l’acquisizione e la gestione, nel rispetto delle  garanzie di riservatezza previste dalla normativa vigente, delle segnalazioni  di illeciti da parte dei pubblici dipendenti, come definiti dalla nuova  versione dell’art. 54 bis del d.lgs.165/2001 e ss.mm.. Al fine, quindi, di  garantire la tutela della riservatezza, in sede di acquisizione della  segnalazione, l’identità del segnalante verrà segregata e lo stesso, grazie  all’utilizzo di un codice identificativo univoco generato dal sistema, potrà “dialogare”  con l’ANAC in maniera spersonalizzata, tramite la piattaforma informatica.
Quanto sopra per evidenziare che a  partire dalla entrata in esercizio del suddetto portale, potrà essere garantita  la massima riservatezza esclusivamente alle segnalazioni pervenute tramite il descritto  sistema. Conseguentemente, le segnalazioni inoltrate, a partire dall’entrata in  vigore della legge n. 179/2017, tramite ogni altro canale (telefono, posta  elettronica, certificata e non, protocollo generale), dovranno essere  nuovamente inoltrate utilizzando solo e unicamente la piattaforma

Print Friendly, PDF & Email