Controlli semplificati Delibera 206/2018 ANAC, documento informatico DGUE

Propongo un breve post per i controlli derivanti dalla delibera 206/2018 ANAC, aggiornamento LLGG 4. Il paragrafo n. 4. L’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore  a 40.000,00 euro introduce modalità diversificate di verifica dei requisiti dell’aggiudicatario. Da notare come ANAC preveda che le stazioni appaltanti si dotino di un Regolamento per disciplinare i controlli a campione sulle autodichiarazioni rese dagli operatori economici ai fini  dell’affidamento diretto da effettuarsi in ciascun anno solare in relazione agli affidamenti diretti operati. I controlli sono divisi in tre gradi di compelssità in…continue reading →

Le nuove LL.GG. 4 ” PROCEDURE PER L’AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI PUBBLICI DI IMPORTO INFERIORE ALLE SOGLIE DI RILEVANZA…

In questo breve post ci limiteremo a trattare degli affidamenti inferiori ad € 40.000, anche perchè proprio in questa fascia di prezzo troeveremo le novità piiù rilevanti . Sorvolando le ormai più o meno abitudini consolidate, ad esempio la determinazione degli importi ex articolo 35 del Codice, i requisiti CAM dell'articolo 34 e la norma sui conflitti ex articolo 42 , ci soffermeremo sull'annosa questione degli inviti e defli affidamenti, che ad oggi sembrerebbe trovare una risoluzione nella motivazione forte finalizzata ad attuare il principio della concorrenza nell'accezione più amplia, a tal proproposito…continue reading →

Aziende speciali fuori dalla portata della Delibera ANAC 235/17 – Autorità Nazionale Anticorruzione Linee guida n. 7, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 recanti « Linee Guida per l’iscrizione nell’ Elenco delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori che operano mediante affidamenti diretti nei confronti di proprie società in house previsto dall’art. 192 del d.lgs. 50/2016 ».

Preciso e premetto che questo post riporta solo ed esclusivamente una mia analisi, invero di interpretazione minoritaria e contrastante con talune notissime testate specializzate, una fra tutte: http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/art/servizi-pubblici/2018-01-15/aziende-speciali-fondazioni-e-controlli-controlli-occorre-fare-chiarezza-190643.php?uuid=AEZuqAjD   Partiamo dagli elementi normativi prima facie: L' articolo 5 del codice degli appalti e gli articoli 4 e 16 del TU delle società partecipate ( D.Lgs 175/16) L'articolo 5 del D.Lgs 50/16 elenca gli elementi ( che contemporaneamente devono esistere ) di esclusione dall'applicazione del codice , dettagliatamente : a   l'amministrazione giudicatrice esercita il controllo analogo b   oltre l'80% dei servizi svolti dalla…continue reading →

Modifica delle soglie dell’articolo 35 del D.Lgs 50/16

Le nuove soglie europee per i contratti pubblici sono le seguenti:   per i lavori la soglia passa da 5.225 a 5.548 milioni di euro; per gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da amministrazioni che sono autorità governative centrali si passa da 135.000 a 144.000 euro; per gli appalti di servizi e forniture aggiudicati da altre amministrazioni la soglia passa da 209.000 a 221.000 euro; per gli appalti di lavori nei settori speciali si applicheranno le regole Ue delle direttive sopra i 5.548 milioni; per gli appalti di servizi e forniture nei…continue reading →

Una buona notizia

La recente sentenza del TAR Veneto, Venezia, sez. III, n. 973/2017 , sembra finalmente far chiarezza su quel pasticciaccio che è rappresentato dal combinato art 77 comma 4 del D.lgs 50/16, la delibera 1007/2017 ANAC e la Vecchia LLGG sul RUP. Il Responsabile Unico de Procedimento può far parte della commissione salvo che non sia manifestamente incompatibile . Sappiamo tutti che stiamo trattando una neverending story , ma soprattutto per le  piccole PP.AA questa è certamente una bella notizia.    continue reading →

Linee guida ANAC sul RUP .

Il RUP, come deliberato con n. 1007/2017  (LG3/2017 ANAC) può essere designato anche quando mancante di alcuni requisiti che verranno prestati da altri soggetti, nei fatti siamo al cospetto di un avvalimento del RUP. Prtaicamente il RUP sarà ora una sorta di staff e non più una persona singola. Solo quando all'interno della PA non ci sono nemmeno tra i cc.dd. ausiliari dei requisiti si può ipotizzare la possibilità dell'esternalizzazione della funzione.  continue reading →

I soggetti da consultare nelle negoziate, in risposta ad alcuni dubbi evergreen .

Come da articolo 36 comma 2 lett b del codice deli appalti, le stazioni appaltanti hanno l'obbligo di "consultare" almeno cinque operatori economici. Giurisprudenza  sul D.lgs 50/16 in merito agli inviti alla consultazione ancora non è presente ma torna utile la sentenza del TAR LOMBARDIA 694/2011 sugli affidamenti in economia. In sintesi la sentenza chiarisce che qualora in risposta alla consultazione ci siano meno di cinque operatori comunque si può procedere con l'espletamento della gara. Quindi nessun limite minimo alle risposte di un numero minimo di 5 soggetti consultati. Cosa fare nel caso…continue reading →

Aggiornamento della Linea Guida n.4 ANAC (sotto-soglia)

Art.36 Codice comma 7 codice appalti. L'ANAC con proprie linee guida, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente codice, stabilisce le modalita' di dettaglio per supportare le stazioni appaltanti e migliorare la qualita' delle procedure di cui al presente articolo, delle indagini di mercato, nonche' per la formazione e gestione degli elenchi degli operatori economici. ((Nelle predette linee guida sono anche indicate specifiche modalita' di rotazione degli inviti e degli affidamenti e di attuazione delle verifiche sull'affidatario scelto senza svolgimento di procedura negoziata, nonche' di effettuazione degli…continue reading →

Acquisti sotto soglia con procedure negoziate, secondo focus .

In questo secondo focus ci occuperemeo degli acquisti compresi tra i 40000 € ed il sotto soglia ( art 35 D.Lgs 50/16). Ai sensi del 36 comma 2 lett b, i contratti con oggetto beni e servizi con importi tra i 40000 € ed il sotto soglia "possono" essere affidati colla procedura negoziata invitando all'arena competitiva almeno cinque operatori economici, se esistenti . L'individuazione si avrà : da indagini di mercato dalla consultazione dell'elenco degli operatori economici In ogni caso deve essere garantità l'imparzialità procedurale col sistema della rotazione degli inviti . Per…continue reading →

Acquisti sotto soglia con procedure negoziate, primo focus .

Il correttivo contenuto nel D.Lgs 56/17 ha non poco turbato le SS.AA. che stavano abituandosi alle nuove procedure e adoperando i nuovi processi interni. Le norme fondamentali di interesse sono l'articolo 36, il 30 la LG ANAC n.4 ( in sostituzione parziale  del DPR 207/10) ed un poco di giurisprudenza ( presa dal previgente D.lgs 163/06 ed anche dal 50 ). E' noto che il D.lgs 50/16 non contempla più gli acquisti in economia all'uopo delle procedure competitive e negoziate sotto soglia , con alcune semplificazioni, in particolare l'abolizione del regolamento ex articolo…continue reading →