Novità in consultazione per gli affidamenti diretti ex articolo 36 comma 2 lett.a

La motivazione in merito alla scelta dell'affidatario è comunque obbligatoria e ricollegata all'art. 3 L.241/1990 (è peraltro prevista anche dall'art. 32, c.2, tra i contenuti minimi della determina a contrattare semplificata per gli affidamenti diretti). L'acquisizione dei due preventivi è facoltativa, ma rappresenta una "best practice". Va in ogni caso verificata l'economicità, anche mediante un confronto con la spesa per precedenti affidamenti o con il corrispettivo riconosciuto da altre amministrazioni per affidamenti analoghi. "4.3.1 In ottemperanza agli obblighi di motivazione del provvedimento amministrativo sanciti dalla legge 7 agosto 1990 n. 241 e al…continue reading →

il nuovo articolo 36 comma 2 lett.a degli appalti

Riporto il progetto di modifica degli affidamenti diretti per rendere piu chiare le cose sulle procedure di acquisto : Art. ART. 13 (Modifiche all’articolo 32 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50) 1. All’articolo 32 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 2, è inserito, in fine, il seguente periodo: “Per gli affidamenti di cui all’articolo 36, comma 2, lettera a), la stazione appaltante può avviare la procedura di affidamento diretto tramite determina a contrarre, o atto equivalente che contenga, in modo semplificato,…continue reading →

NUOVO PNA, destinatarie tutte le PP.AA.

Con la determinazione n.12 del 28/10/2015 pubblicata il giorno 02/11/2015, L'Autorità Nazionale Anticorruzione ha aggiornato il PNA. Il PNA aggiornato, frutto dell'analisi dello stesso del giorno 11/09/2013 è notevolmente più complesso da aconiufare all'interno del PTPC che dovrà fare riferimento al nuovo Piano Nazionale Anticorruzione. L'ANAC ha sottolineato che i destinatari sono tutte le P.A dell'articolo 1 comma 2 del D.Lgs 165/01 ed anche le Partecipate, le controllate e le Private che erogano pubblici servizi. Ritengo sia il caso partire con la Formazione OBBLIGATORIA.  continue reading →

Si parte con i prezzi di riferimento.

Dopo circa un anno di attesa finalmente si parte con i c.d. prezzi di riferimento derivanti dall'applicazione dell'articolo 9 comma 7 del DL 66/14. Per il tenore della norma vi rimendo al post di competenza http://www.ca-campania.com/deprisco/archivio-circolari/circolari-isa-e-pa-dal-01092011/item/170-i-prezzi-di-riferimento-introdotti-dallarticolo-9-del-dl-66/14 , mentre appresso faremo un'analisi dell'istituto comparativo dei prezzi, ecco l'estratto ANAC Prezzi di riferimento in ambito non sanitario Pubblicati i prezzi di riferimento della carta in risme Pubblicati i primi prezzi di riferimento in ambito non sanitario di cui al d.l. n. 66/2014, sulla base dei dati comunicati fino alla data del 31 maggio 2015, dalle stazioni…continue reading →

INTERVENTO SOSTITUTIVO ART 4 DRP 207/10

Visto che più stazioni appalatanti mi hanno chiesto delucidazioni sul nuovo iter dell'intervento sostitutivo ( art 4 DPR 207/10) ho deciso di pubblicare questo breve tutorial: Ormai è noto che in caso di inadempienza ( assicurtativa o previdenziale) comprovata da un DURC negativo, dal secondo semestre del 2011 la SA si sostituisce all'inadempiente nei versamenti all'INPS ed all'INAIL. In origine il versamento non poteva avvenire utlizzaando la modulistica standard ( F24 EP) ma solo tramite bonifico. Le procedure ora sono cambiate ( invero da abbastanza tempo), ai soli fini conoscitiivi subito appresso i…continue reading →

Nuova sigla…il DURT

L'articolo 50 del decreto del fare ( 60/13) nella travagliata fase di conversione ha partorito un nuovo adempimento, quello del DURT, Documento Unico Regolarità Contributiva. La stampa specializzata sta occupandosi del DURT per quanto riguarda gli affari tra i privati, ma a ben vedere sarà imprescindibile per la PA la rivisitazione dell'articolo 38 del D.Lgs 163/06 che riporto integralmente : Art. 38 Requisiti di ordine generale (art. 45, direttiva 2004/18; art. 75, d.P.R. n. 554/1999; art. 17, d.P.R. n. 34/2000) 1. Sono esclusi dalla partecipazione alle procedure di affidamento delle concessioni e degli…continue reading →

AUSA – AVCP.

Si ricorda che deve essere variata l'anagrafica nell'AVCP entro il 31/12/2013. Solo così le nuove procedure dell'autorità saranno attivabile. La procedura è semplice, occorre entare in SERVIZI RISERVATI, selezionare  Rilascio Attestato (AUSA procedere e stampare il certificato, in allegato un modello del risultato dell'operazione.   AttestatoProvvisoriodidattico.pdfcontinue reading →

DURC NOVITA’ 2 non più 180 gg

Un emendamento al Dl 69/2013 (decreto del fare) ha ridotto l'allungamento della validità del DURC rischiesto dalla SA da 180 gg a 120 gg ( si ricorda che la validità ante DL 69 era di 90 gg), comunque resta l'unico DURC da richiedere per ogni fase della procedura d'appalto. Altra grande novità è il rilascio del DURC anche in caso di inadempienze contributive e previdenziali se queste sono causate dal ritardo nei pagamenti della PA. L'impresa per potere avere questo vantaggio deve fare istanza sul MEF ex DM 22/05/12 attraverso la procedura PCC.…continue reading →
  • 1
  • 2