Appena pubblicato l’avviso sul sito del partner PAGOPA SPA, soggetto attuatore .

Ricordo che la suddivisione del monte in funzione della grandezza dei Comuni e’ la seguente ( come da allegato 2)

La finalita’ del bando e’ quella di completare l’adozione delle tecnologie abilitanti :

  • PagoPA
  • App IO
  • SPID

L’articolo 2 chiarisce che e’ inutile che l’ente si muova in autonomia in quanto riporta che …

Le attività per il raggiungimento delle finalità di cui alle lettere da a) a c), come articolate negli obiettivi di cui all’Allegato 1, possono essere svolte dai Comuni: se connesse alla piattaforma pagoPA e all’App IO, tramite il supporto di un partner tecnologico pubblico, ove già contrattualizzato, o attraverso l’individuazione di un partner tecnologico privato, per lo sviluppo di processi di reingegnerizzazione tali da garantire l’integrazione informatica con le soluzioni gestionali in uso presso i Comuni e la piena rispondenza alle specifiche tecnico-operative previste per l’integrazione con la piattaforma pagoPA e l’adesione all’App IO. In un’ottica di risparmio ed efficienza i Comuni possono scegliere soluzioni tecnologiche aggreganti già adottate

Soggetti destinatari, articolo 3 dell’avviso .

Finalmente un poco di chiarezza, possono partecipare alla manifestazione anche gli enti che hanno gia’ iniziato il processo di trasformazione del DL 76/20 art. 26, infatti si scrive che …

Il presente Avviso è rivolto ai Comuni che devono effettuare o completare la migrazione alla piattaforma pagoPA, l’adesione all’App IO, al sistema SPID. In particolare, possono presentare domanda di adesione e chiedere l’erogazione del contributo di cui all’articolo 4, con le modalità e nei termini di cui agli articoli 5 e 6, i Comuni che non abbiano ancora aderito, in tutto o in parte, alle piattaforme sopra menzionate, o non si siano integrati, in tutto o in parte, con le medesime.
Possono altresì presentare domanda di adesione i Comuni che abbiano già aderito, con esito positivo, all’avviso rivolto ai Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti per l’attuazione del progetto “Raf orzamento della capacità amministrativa dei Piccoli Comuni”, pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della funzione pubblica, nell’ambito del PON “Governance e capacità istituzionale” 2014-2020.

Sono esclusi i Comuni ricadenti in specifici bandi Regionali attuativi delle stesse misure.

Articolo 5, DOMANDE DI ADESIONE.

vanno presentate attraverso l’istanza on-line entro il 15 gennaio 2021. La piattaforma e’ gia’ aperta.

Successivamente i Comuni istanti che verranno selezionati per il progetto chiederanno con questa cadenza temporale, ARTICOLO 6 dell’AVVISO, l’erogazione del contributo :

entro, e non oltre, il 31 marzo 2021 per la richiesta di erogazione del 20% del contributo;

  • entro, e non oltre, il 31 gennaio 2022 per la richiesta di erogazione dell’80% del contributo.

Articolo 7, EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO.

Il contributo è erogato entro i seguenti termini:

  • 20% del contributo nel mese di luglio 2021, a seguito della conclusione dell’istruttoria di cui al successivo articolo 8;
  • 80% del contributo nel mese di maggio 2022, a seguito della conclusione dell’istruttoria di cui al successivo articolo 8.

Articolo 8, ISTRUTTORIA E VERIFICA.

L’istruttoria e la verifica del conseguimento degli obiettivi di cui Allegato 1, ai fini dell’erogazione del contributo, è effettuata secondo i criteri e le modalità previste dall’Allegato 3 nei 90 (novanta) giorni successivi alle date di scadenza fissate per la presentazione delle richieste di erogazione del contributo, come previsto ai sensi del precedente articolo 6.

vi allego i manuali operativi per l’attivazione delle tecnologie abilitanti.

Alla fine della fiera vi dico che non e’ una passeggiata ma comunque esiste l’obbligo di adeguarsi, quindi il gioco vale la candela.
Resto a disposizione per il supporto in squadra con le VOSTRE SOFTWARE HOUSE.

Per contatti e supporto : Dott. Vincenzo De Prisco 3389141276 .

Print Friendly, PDF & Email