Il ReGInde, Registro Generale Indirizzi Elettronici serve a censire il domicilio digitale dell’ente ( la PEC ) per i processi telematici. Si, la mera comunicazione all’INDICEPA non basta. Sono d’accordo con voi, una ulteriore complicazione .Vediamo come gestire l’adempimento in modo semplice e veloce.

Prima cosa compilare il foglio del censimento iniziale ModelloRichiestaCensimentoPPAA che trovate qui la compilazione e’ semplice, va timbrata e firmata e corredata da documento del RL dell’ente , una sola raccomandazione, il soggetto incaricato deve essere munito di firma digitale.

Compilata la richiesta deve essere inviata con documento del RL ( che deve corrispondere a quello dell’IndicePA) all’indirizzo pec prot.dgsia.dog@giustiziacert.it .

Troppo semplice ? in effetti non abbiamo finito, ora viene la parte complessa.

Dopo pochi giorni arriverà l’accettazione da Parte del Ministero della Giustizia dove si invita il soggetto incaricato a collegarsi su http://pst.giustizia.it, il risultato sara’

Ora occorre premere il tasto LOGIN in alto al centro dopo aver collegato la firma digitale al PC e gli scenari sono due :

  1. Software ed hardware gia’ configurati, abbiamo praticamente finito
  2. YESSSSS, questo e’ il caso piu’ ricorrente, dobbiamo procedere con la configurazione
    PER QUESTO POST HO PREFERITO UTILIZZARE FIREFOX, ma se chiedete al vostro INFORMATICO un browser vale l’altro.

Allora, premo su LOGIN e’ vado nella pagina di accesso con SMARTCARD, questa

Ora clicco smartcard e’ visto che ci troviamo nell’ipotesi 2 dobbiamo apsettarci un messaggio di errore

Risolviamo insieme travestendoci da informatici, quindi, sempre con firma digitale inserita nel PC eseguiamo questi semplici step.

Andiamo nel menu generale di FIREFOX ( tre linee orizzontali ) e clicchiamo su opzioni ( o preferenze ) , comunque l’ingranaggio.

Poi clicchiamo su Privacy e Sicurezza

Scorriamo tutta la pagina e premiamo Dispositivi di sicurezza

Apparira’ la schermata che tramite il pulsante CARICA ci permette di importare i dati CNS-FIRMA


Diamo un nome al modulo e’ proviamo a scrivere nel nome file modulo bit4xpki.dll


Poi ovviamente premiamo OK.

Il risultato finale sara’ avere il modulo caricato e vederlo sulla destra nello store dei certificati.

Ora ritorniamo su pst.giustizia.it, LOGIN, accesso smartcard e….. come per magia….

inserendo il nostro PIN della firma digitale …

..possiamo accedere e comunicare al Ministero della Giustizia il domicilio digitale da utilizzare….che sara’ lo stesso di IndicePA.

Dove c’e’ scritto Registro PP.AA. per l’utente censito apparirà il pulsante Accedi, io non sono abilitato quindi il nostro viaggio termina qui, ma vi garantisco che dal momento in cui cliccate Accedi ( il soggetto incaricato sara’ abilitato ) al termine dell’operazione ci vogliono solo altri venti secondi.

Due ultime cose, se non dovesse funzionare bit4xpki.dll potete provare con questi altri file:

  • stPKCS11.dll
  • si_pkcs11.dll 
  • cmp11.dll 
  • cvP11_M4.dll 
  • bit4xpki.dll 
  • inp11lib.dll 
  • stPKCS11.dll 

RICORDATE che l’operazione deve essere fatta dove già funziona la firma elettronica.

Se ancora vi sembra complesso vi posto un video per aiutarvi nella configurazione

Print Friendly, PDF & Email