Nonostante le mie comunicazioni “da tempo” inviate solo ora le PP.AA si stanno affrettando alla predisposizione del piano triennale per la trasparenza e l’integrità ( PTTI ).

COme si sospettava le PA sono invase da offerte dal tenore terroristico, nessuna di queste comunicazioni però avverte e sottolinea che il PTTI non è un atto autonomo, ma un paragrafo del PTPC ( Piano Triennale Prevenzione Corruzione), come chiaramente scritto nero su bianco nell’articolo 10 comma 2 del D.Lgs 33/2013.

I piano triennale ( che sia TI o PC ) è un atto non statico da rivedersi annualmente e soprattutto non può essere standardizzato, e parte dell’esame delle risorse ( finanziarie, umane, tecnologiche) in essere allinterno dell’organizzazione, in forza di queste si redige il piano “chiaro ed onesto”, giusto per intenderci una PA che non soddisfa il controllo automatico di Magellano non può essere sanzionata se c’è motivazione nel PTTI, una PA che soddisfa il controllo perchè forzato sarà sanzioanta anche “penalmente” ( vedi parallerismi con il D.Lgs 231/01)

Per aggiustare il tiro faccio notare che queste norme non introducono niente di nuovo, ma solo nuove procedure univoche di applicazione di norme pubbliche ( dal Dlgs 165/01 al DPR 207/10).

Per chi volesse l’aiuto della COnsulenti Associati si ricorda che la consulenza non rientra nel pacchetto base e che il costo è pari ad € 2500.00 + iva.

PS. ho letto le linee guida messe a disposizione da alcune Associazioni Di Dirigenti Scolatici, ATTENZIONE….

 

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento