Nella previsione di una disciplina più armonica per la tracciabilita’ dei flussi finanziari, preferisco “cautelativamente” fare un passo indietro e consiglaire a tutte le ISA di chiedere il CIG per qualsiasi importo, anche derogando la norma.

 

Pur avendo difficolta’ a chiedere il codice ( ricordo che l’AVCP non disciplina il D.I. 44/01) non ci troveremo contro i revisori contabili (anche se la maggior parte di quelli interpellati hanno sostenuto la mia tesi), gli istituti di credito ed i diversi stakeholders, per non parlare di alcune aziende private che rifiutano la stipula di contratti senza il CIG.

La mia decisione  è avvalorata comunque anche da una circolare dell’USR Calabria, che comunque contrasta con un’interpretazione del Dott. Compagnoni del MIUR.

Per venirvi incontro abbiamo creato una nuova funzione in azienda che vi permette di esternalizzare la richiesta del CIG, come previsto dalla norma di riferimento sul RUP (art 10 codice dei contratti).

 

Entro qualche giorno sarete avvisati sulle nuove procedure  per il DURC.

 

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento