Dal giorno 16 maggio 2011 le modalità di segnalazione delle operazioni sospette varieranno, dal cartaceo al digitale attraverso una piattaforma messa a disposizione dell’UIF che validerà i file XBLR predisposti dagli operatori. Altra novità importante è il processo di standardizzazione, i diversi operatori (istituti di credito, società finanziarie, professionisti e CED) avranno lo stesso schema da compilare.

Occorre a questo punto predisporre (per chi ancora non l’avesse fatto) il modello valutativo ex art 20 D.lgs 231/07.

 

Resto ovviamente a disposizione.

 

Vincenzo De Prisco.

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento