Ancora oggi qualche esponente sindacale o di associazione continua ad affermare che la l. 190/12 non deve essere applicata alla scuola. Siete disposti a sottoscrivere questa affermazione ? Avete letto la norma o solo il titolo ? Vi rendete conto della responsabilità di queste affermazioni ? Premessa la pacificazione dell’applicazione in quanto la scuola è chiaramente una PA di cui l’articolo 1 comma 2 del D.Lgs 165/01, non vede nemmeno perché tante storie attorno al responsabile dell’anticorruzione ex comma 7 articolo 1 L. 190/12 (l’organo di indirizzo politico individua, di norma tra i dirigenti amministrativi di ruolo di prima fascia in servizio, il responsabile della prevenzione della corruzione), sarà infatti vero che non è applicabile alla scuola, ma è ancora più vero che non sarebbe allora applicabile a nessuna PA, ma chi ha la superficialità di non leggere e di predicare, certamente non ha l’umiltà di sapere come si opera nelle altre PA . Non voglio soffermarmi sui motivi giuridici dell’applicazione obbligatoria ( saranno le sanzioni a fare giustizia), voglio però ricordare che la stessa querelle ci fu per la sicurezza sui luoghi di lavoro, sulla privacy, sulla tracciabilità dei pagamenti, sul cig, sul codice degli appalti etc etc ed inoltre voglio ripetervi la domanda fondamentale : “ AVETE LETTO LA NORMA e L’ESIMENTE DA REATO IN ESSA CONTENUTA ? “. Probabilmente no.

 

In chiusura allego la deliberazione ANAC sulle sanzioni dove ovviamente non c’è nessuna esclusione per le scuole.

REGOLAMENTO_SANZIONI_approvato_in_Consiglio_9_settembre_e_pubblicato___Copia.pdf

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento