Grandi novità contenute nel decreto del FARE.

In primo luogo continua il processo di certificazione dei crediti solo ed esclusivamente sulla PCC del MEF, invito utti a controllare lo stato dell’iscrizione, nel caso in cui ci siano degli aalert voglaite chiamarmi per risolvere ( preciso che i problemi ci sono per tutti coloro che hannpo atteso l’iscrizione massiva e non per quelli che già da ottobre u.s. si sono iscritti).

I crediti “commerciali” vantati verso la PA possono essere compensati oltre che nei termini otrmai consueti ( sconto bancario) anche con i debiti che l’impresa vanta verso l’erario se già iscritti a ruolo e quelli derivanti dall’uso di strumenti deflativi  ( uno per tutti l’accertamento con adesione).

Entro il 15 settembre tutti i debiti non estinti dalla PA dovranno essere certificati tramite PCC del MEF con chiara indicazione del tempo di estinzione, il tutto deve essere riportato sul sito web della PA nell’area dell’amministrazione trasparente.

Altra grossa novità riguarda il DURC ( resta intesa la possibilità dell’impresa di autocerrtificare la correttezza contributiva, cfr art 4 comma 14 bis L.106/11), che dovrà essere chiesto dalla PA ( art 16 bis comma 10 L.2/09) non al momento della liquidazione della fattura, ma al momento della ricezione della stessa ( per scongiurare che la colpa delle inadempienze contributive ed assicurative si della PA tardiva) ed avrà durata di 180 gg.

 

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento