Purtroppo leggendo i documenti di gara e’ apparsa molta confusione per quanto riguarda l’articolo 97 comma 8 del D.Lgs 50/16, figlia anche del potpourri lessicale tra procedura aperta (60 50/16) ed RDO APERTA a tutti (36 c2 lett b e 36 c 9), riporto un vecchio post.

Come dicevo prima c’e’ un poco di confusione sull’applicazione dell’articolo 97 comma 8 del codice dei contratti pubblici in quanto la semplificazione voluta nell’articolo 1 comma 3 del DL 76/20 non si puo’ applicare nelle procedure ordinarie ex articolo 60 ma solo nelle procedure negoziate competitive, anche APERTE a TUTTI.

Procedure per l’incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sotto soglia

…Nel caso di aggiudicazione con il criterio del prezzo piu’ basso, le stazioni appaltanti procedono all’esclusione automatica dalla gara delle offerte che presentano una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia individuata ai sensi dell’articolo 97, commi 2, 2-bis e 2-ter, del decreto legislativo n. 50 del 2016, anche qualora il numero delle offerte ammesse sia pari o superiore a cinque.

Purtroppo si sta applicando il principio “di esclusione automatica a partire da cinque” anche nelle procedure ordinarie aperte modificativo dell’articolo 97 c.8

8. Per lavori, servizi e forniture, quando il criterio di aggiudicazione e’ quello del prezzo piu’ basso e comunque per importi inferiori ((alle soglie di cui all’articolo 35, e che non presentano carattere transfrontaliero, la stazione appaltante prevede)) nel bando l’esclusione automatica dalla gara delle offerte che presentano una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia individuata ai sensi del comma 2 ((e dei commi 2-bis e 2-ter)). In tal caso non si applicano i commi 4, 5 e 6. ((Comunque l’esclusione automatica non opera quando il numero delle offerte ammesse e’ inferiore a dieci))

Ovviamente e’ sempre fatta salva la possibilita’ di utilizzare l’ordinarieta’ anche sotto soglia (che poi tanto ordinario non e’, e’ da folli) e quindi riporto un breve riepilogo schematizzato

PROCEDURE SOTTOSOGLIA

PROCEDURA ORDINARIA APERTARDO APERTA o SU AVVISO
Art 60 e 36, comma 9, del Codice
Procedura negoziata telematica: art. 58 e 36 del Codice; art. 1, comma 2, le7. b),
D.L. n. 76/2020
Pubblicazione del bando su GURI, profilo committente (+quotidiani per lavori)
Pubblicazione dell’avviso sul MePA o sui sistemi telematici
Garanzia provvisoria:art. 93 al 2%
Di regola non va richiesta la garanzia provvisoria
Esclusione automatica ex art. 97, comma 8 (almeno 10 offerte ammesse)
Esclusione automatica ex art. 1, comma 3, D.L. n. 76/2020 (almeno 5 offerte
ammesse)
Apertura alla concorrenza e non applicazione principio di rotazione
Apertura alla concorrenza e non applicazione principio di rotazione

Vista la confusione raccomando un’attenta lettura alla lex specialis.

In chiusura vi ricordo che il periodo di non vigenza del contributo ANAC scade il 31/12/2020 e voglio appuntarvi un poco di giurisprudenza del Palazzo Spada molto interessante inerente le procedure telematiche.

Consiglio di Stato 7352/2020

“…non puo’ essere escluso da una gara l’O.E.che abbia caricato in piattaforma tutta la documentazione ma che a causa di errori tecnici della piattaforma ,… nel caso di DUBBIO sul malfuzionamento o sull’incuria dell’O.E l’onere della prova ricade sulla stazione appaltante…”

“…nel caso invece di buon funzionamento della piattaforma, corroborato dall’analisi dei LOG, anche l’esiguo ritardo sull’ora di consegna ( nell’ordine di una manciata di secondi) da parte dell’O.E. esclude quest’ultimo dalla competizione…”

…ovviamente facendo salvo il quinto comma dell’articolo 79

Print Friendly, PDF & Email