COme ricordato nei precedenti POST con l’entrata in vigore del DPCM 3/12/13, prodromico al DPCM 13/11/14 cambierà completamente il flusso lavorativo nelle PA.

Il lavoro da fare consiste in una riorganizzazione olistica dei flussi documentali e procedimentali.

E’ evidente che occorrono competenze trasversali nelle seguenti materie :

– Archivistica
– Corretto trattamento dei dati ( D.Lgs 196/03 )
– Trasparenza amministrativa tradizionale ( L. 241/90 )
– Trasparenza amministrativa avanzata ( D.Lgs 33/13 )
– Codice dell’amministrazione digitale ( D.Lgs 82/05 e D.Lgs 235/10)
– Procedure della PA ( DPR 445/00, D.Lgs 165/01, D.Lgs 163/06, DPR 207/10, NORME UNI ISO 27001 e 3100) .

L’invito è quello di non affidarvi a prestatori di servizi non qualificati che non farebbero altro che dequalificarvi il processo documentale ( e decisionale ) .

Sarebbe il caso di dare una rilettura al manuale ” L’ORECCHIO E L’EVOLUZIONE DELLE SPECIE, DALLA PA ALLA e-P.@” scritto nel 2007 da Elisa Carotenuto e Vincenzo De Prisco.

Si ricorda che lo scrivente :

*  ha dato notevole impulso all’utilizzo della firma qualificata ed alla PEC nelle PA

* è iscirtto all’albo degli esperti del Dipartiemento delle Funzione Pubblica

* è iscirtto nell’elenco dei consulenti della FormezPA

* fa parte del forum permanente sulla conservazione digitale del DigitPA.

Per qualsiasi informazioni chimate al n. 3389141276, vincenzo de prisco.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento