Scadenza di fine Ottobre ,

si invita a leggere il seguente post per una visione completa delle modifiche normative :

La trasparenza : Tempestività dei pagamenti della PA.

 

Il Decreto Legge 66/14 in diversi punti sottolinea l’importanza di una giusta misurazione dei tempi di ritardo dei pagamenti da parte delle PP.AA., ed ancora di più la necessità di una chiara indicazione di questi per un duplice motivo :

–          Creare una discriminante operativa da parte del soggetto economico privato ( motivo esogeno)

–          Valutare le performance della PA ( motivo endogeno)

Gli indicatori di tempestività avranno questa cadenza:

–          30 Aprile per il trimestre primo

–          31 Luglio per il trimestre secondo

–          31 Ottobre per il trimestre terzo

–          31 gennaio per il trimestre quarto e per l’indice annuale.

Come calcolare l’Indice di tempestività dei pagamenti.

L’indice deve essere considerato come ritardo medio dei pagamenti ponderato con l’ammontare facciale delle fatture, quindi avremo al numeratore la somma dell’importo di ciascuna fattura moltiplicata per il ritardo espresso in giorni ( feriali e festivi ) che intercorrono tra la data pattuita di scadenza ed il mandato in tesoreria, ed al denominatore la somma delle fatture.

In allegato un xls di esempio.

Si ricorda che ai sensi del D.Lgs 33/13 articolo 33 l’indicatore deve essere indicato nell’are amministrazione trasparente alla voce PAGAMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE / INDICATORE DI TEMPESTIVITA’ DEI PAGAMENTI.

 

calcoloindice.xlsx
ritardo_pagamenti.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento